REGIME FORFETTARIO

Scopri i vantaggi e i requisiti per l’accesso

ESTEROMETRO

Dal 1° Gennaio 2019 scompare lo spesometro ma subentra un nuovo adempimento chiamato Esterometro.


DI COSA SI TRATTA

Non è altro che la comunicazione all’Agenzia delle Entrate di tutte le operazioni intercorse tra soggetti residenti e stabiliti in Italia e soggetti esteri.

L’invio dell’esterometro è mensile e deve avvenire entro l’ultimo giorno del mese successivo rispetto la data di emissione o ricezione del documento, tale comunicazione deve essere trasmessa all’Agenzia delle Entrate in formato Xml firmato digitalmente dal soggetto obbligato o dal suo delegato.

L’invio del file può avvenire:

  • tramite il portale dell’Agenzia delle Entrate “fatture e corrispettivi”;
  • tramite un sistema di trasmissione basato su protocollo FTP;
  • tramite modello "web service" fruibile attraverso protocollo HTTPS.

I soggetti che effettuano operazioni verso l’estero potranno tuttavia emettere la fattura elettronica, in questo modo saranno esonerati dall’invio dell’esterometro. (solo per operazioni attive)

Per emettere una e-fattura transfrontaliera occorrerà compilare il campo “codice destinatario” con un codice “XXXXXXX” mentre nel campo “identificativo fiscale IVA” il numero di partita IVA comunitaria o il codice “00 99999999999” se si tratta di soggetto extra UE.

Utilizzando l’interfaccia “fatture e corrispettivi” dovrà essere apposto il sigillo elettronico da parte dell’Agenzia delle Entrate altrimenti il responsabile della trasmissione (soggetto obbligato o un suo delegato) dovrà apporvi una firma elettronica qualificata.


Sono escluse dalla comunicazione "esterometro" anche le operazioni transitate da una dichiarazione doganale e cioè importazioni o esportazioni per le quali è stata emessa bolletta doganale.


QUALI OPERAZIONI INCLUDE

Le operazioni da includere nella nuova trasmissione in vigore dal 1° Gennaio 2019 sono:

  • le fatture emesse verso soggetti comunitari non stabiliti, ma identificati Iva in Italia, per i quali non è stata emessa fattura elettronica tramite SDI;
  • fatture ricevute da soggetti comunitari non stabiliti;
  • le fatture emesse per servizi generici verso soggetti extracomunitari per cui non è stata emessa la fattura elettronica e per le quali non c’è una bolletta doganale;
  • le autofatture per servizi ricevuti da soggetti extracomunitari;
  • le autofatture per acquisti di beni provenienti da magazzini italiani di fornitori extraeuropei.


INFORMAZIONI DA TRASMETTERE

Le informazioni che gli operatori IVA residenti devono trasmettere sono le seguenti:

  • i dati identificativi del cedente/prestatore;
  • i dati identificativi del cessionario/committente;
  • la data del documento comprovante l’operazione;
  • la data di registrazione (per i soli documenti ricevuti e le relative note di variazione);
  • il numero del documento;
  • la base imponibile;
  • l’aliquota Iva applicata e l’imposta ovvero, ove l’operazione non comporti l’annotazione dell’imposta nel documento, la tipologia dell’operazione.


SOGGETTI ESCLUSI

I soggetti esclusi sono gli stessi che non hanno l’obbligo della e-fattura e cioè:

  • contribuenti nel regime dei minimi e forfettario;
  • contribuenti nel regime speciale degli agricoltori;
  • medici e farmacisti.

Sono esonerati dalla comunicazione "esterometro" anche i soggetti non residenti identificati ai fini IVA in Italia.


SANZIONI

In caso di omessa o errata trasmissione dei dati è prevista una sanzione pari a 2 euro per ogni fattura con un massimo di 1.000€ a trimestre, in caso di trasmissione entro i 15 giorni dalla scadenza la sanzione si riduce della metà e quindi 1 euro per ogni fattura con un massimo fissato a 500€ per trimestre.



Ricordiamo, inoltre, che l’esterometro non esonera dall’Intrastat, permane quindi nei casi ove previsto la compilazione degli elenchi riepilogativi mensili e trimestrali relativi alle operazioni intracomunitarie.



Leggi anche proroga spesometro ed esterometro.






SI NO

Dichiaro di aver letto e compreso l’informativa privacy ed esprimo il mio consenso al trattamento dei miei dati personali, secondo i termini, le modalità ed i limiti illustrati nella stessa.

Altre news

MODELLO 730 INTEGRATIVO 2020

MODELLO 730 INTEGRATIVO 2020

Leave review
Il termine per trasmettere il modello 730 2020 era fissato al 30 settembre ...
APPROFONDISCI
SCADENZA IMPOSTE DICHIARAZIONE DEI REDDITI 2020

SCADENZA IMPOSTE DICHIARAZIONE DEI REDDITI 2020

Leave review
E’ fissata al 20 agosto 2020 la scadenza per le imposte della dichiarazione...
APPROFONDISCI
PROROGA VERSAMENTI IMPOSTE 2020

PROROGA VERSAMENTI IMPOSTE 2020

Leave review
Il 29 giugno è stata confermata la proroga dei versamenti risultanti dalle ...
APPROFONDISCI
DECRETO RILANCIO

DECRETO RILANCIO

Leave review
Il Decreto Rilancio è stato approvato il 13 maggio e prevede nuove sospensi...
APPROFONDISCI
MODELLO 730 2020: ELENCO SPESE DETRAIBILI E DEDUCIBILI

MODELLO 730 2020: ELENCO SPESE DETRAIBILI E DEDUCIBILI

Leave review
L’accesso al modello 730 precompilato debutta il 05 maggio 2020 e sarà poss...
APPROFONDISCI
MISURE FISCALI DECRETO LIQUIDITA'

MISURE FISCALI DECRETO LIQUIDITA'

Leave review
Con il decreto Liquidità, approvato il 6 aprile 2020 dal governo per sosten...
APPROFONDISCI
AGEVOLAZIONI FISCALE DECRETO

AGEVOLAZIONI FISCALE DECRETO "CURA ITALIA"

Leave review
A seguito dell'emergenza sanitaria dovuta al Covid - 19 E' stato pubblicato...
APPROFONDISCI
REGIME FORFETTARIO 2020

LIPE 2020

Leave review
Nonostante l’introduzione della fattura elettronica e dello scontrino elett...
APPROFONDISCI
NOVITA' FISCALI 2020

NOVITA' FISCALI 2020

Leave review
Il 30 dicembre 2019 è stata ufficialmente pubblicata in gazzetta la Legge d...
APPROFONDISCI
REGIME FORFETTARIO 2020

ISEE 2020

Leave review
Il modello ISEE viene utilizzato per valutare la situazione economica delle...
APPROFONDISCI