REGIME FORFETTARIO

Scopri i vantaggi e i requisiti per l’accesso

DECRETO SOSTEGNI BIS 2021



IL Decreto Sostegni bis è stato pubblicato in Gazzetta ufficiale il 25 maggio 2021 in vigore dal giorno successivo.

Di seguito illustriamo i punti principali:


CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO


Il decreto Sostegni bis prevede un nuovo pacchetto di contributi a fondo perduto per i soggetti titolari di partita IVA che svolgono attività d’impresa, arte o professione, nonché per gli enti non commerciali e del terzo settore, senza più alcuna limitazione settoriale o vincolo di classificazione delle attività economiche interessate.

Il contributo si divide in 3 tipologie:


1) La prima tipologia riguarda i soggetti che hanno la partita IVA attiva alla data di entrata in vigore del decreto (il 26 maggio 2021) ed è riconosciuto in automatico un nuovo contributo a fondo perduto senza fare nuovamente domanda, di importo pari alla somma erogata dal precedente Decreto sostegni.


2) La seconda tipologia è riconosciuta alle partite IVA con ricavi o compensi fino a 10 milioni di euro nel 2019 e che nel periodo dal 1° aprile 2020 al 31 marzo 2021 hanno subito una riduzione di fatturato e corrispettivi pari almeno al 30 per cento rispetto al periodo 1° aprile 2019-31 marzo 2020.


Per le partite IVA che hanno già ottenuto l’erogazione del contributo automatico riconosciuto dal Decreto sostegni precedente, la nuova quota di aiuto a fondo perduto sarà riconosciuta qualora l’importo della seconda rata dovesse risultare maggiore.                                                                                                                                                         La somma effettivamente spettante corrisponderebbe alla differenza dei due risultati.             

Il meccanismo di calcolo per questi soggetti è il medesimo del primo Decreto sostegni, ovvero attraverso scaglioni di ricavi e compensi con percentuali che vanno dal 60 al 20 per cento.


Per i soggetti che non hanno beneficiato dell’agevolazione del decreto sostegni precedente, il contributo sarà calcolato applicando alla perdita media mensile di fatturato le seguenti percentuali:

  • 90% per i soggetti con ricavi e compensi non superiori a 100.000 euro;
  • 70% per i soggetti con ricavi o compensi superiori a 100.000 euro e fino a 400.000 euro;
  • 50% per i soggetti con ricavi o compensi superiori a 400.000 euro e fino a 1.000.000 di euro;
  • 40% per i soggetti con ricavi o compensi superiori a 1.000.000 di euro e fino a 5.000.000 di euro;
  • 30% per cento per i soggetti con ricavi o compensi superiori a 5.000.000 di euro e fino a 10.000.000 di euro.

Per ottenere il contributo occorre presentare domanda all’Agenzia delle entrate e l’importo massimo spettante non può essere superiore a 150.000 euro.


3) La terza tipologia di contributo spetta ai titolari di partita IVA che hanno subito un peggioramento del risultato economico d’esercizio nel 2020 rispetto al 2019.                          

Per poter accedere a questa agevolazione occorre l’invio della Dichiarazione dei Redditi entro il 10 settembre 2021.                                                                                                                         


BONUS AFFITTI DEL 60 PER CENTO


 Il decreto-legge ha rinnovato il credito d'imposta per i canoni di locazione per 5 mesi, da gennaio a maggio, per le imprese che hanno registrato perdite del 30% nei confronti tra 1° aprile 2020-30 marzo 2021 e lo stesso periodo 2019-2020, con limite di ricavi e compensi pari a 15 milioni di euro nel 2019.

Viene prorogata fino al 31 luglio la misura per imprese turistico-ricettive, agenzie di viaggio e tour operator, senza alcun limite relativo a ricavi e compensi.


IMU E TARI


Per le partite IVA che possiedono i requisiti per l’accesso al contributo a fondo perduto, la  legge di conversione del decreto n. 41/2021 prevede l’esenzione dal versamento della prima rata IMU dovuta entro il 16 giugno 2021.                                                                                                                                                                           L’esenzione viene applicata ai soli immobili in cui il soggetto passivo svolge la propria attività economica.

Riguardo i regolamenti della tassa sui rifiuti (TARI) e della Tariffa corrispettiva, il decreto stabilisce che per l’anno 2021, possono essere deliberate dai comuni entro il 30 giugno 2021 .


CREDITI COMPENSABILI IN F24


Il decreto sostegni bis aumenta il limite annuo di crediti compensabili o rimborsabili ai soggetti intestatari di conto fiscale, portandolo a 2 milioni di euro, per il solo anno 2021.

La nuova misura rende più agevole l’utilizzo dei crediti d’imposta maturati dai Titolari di partita IVA e i limiti di compensazione che saranno di importo maggiore.


BUONUS PRIMA CASA E MORATORIA FINANZIAMENTI


Dalla data di entrata in vigore del nuovo decreto e fino al 30 giugno 2022 è prevista l’esenzione dal versamento delle imposte di registro, ipotecarie e catastali relative all’acquisto dell’abitazione principale da parte di under 36, esclusivamente a patto di rispettare il limite ISEE di 40.000 euro.

Un’altra novità è la proroga dal 30 giugno al 31 dicembre 2021 della moratoria sui mutui e sulle linee di credito prevista dal decreto Cura Italia, ma con alcune differenze fondamentali.

  • La moratoria non sarà più automatica ma dovrà essere presentata entro il 15 giugno 2021.
  • La sospensione riguarderà solo la quota capitale , perciò dal 1° luglio dovranno essere di nuovo pagati gli interessi.
  • Potranno beneficiare della proroga della moratoria solo le imprese e i professionisti già ammessi, non è prevista non è prevista la riapertura dei termini per accedere alle misure.


PROROGA REM


Il decreto sostegni bis prevede per le famiglie in difficoltà economica a causa del Coronavirus, ulteriori 4 quote di reddito di emergenza, e nello specifico per i mesi di giugno, luglio, agosto e settembre 2021.                                                                                                                                                                                                                                       La richiesta dovrà essere presentata entro il 31 luglio e i requisiti economici e di compatibilità sono quelli previsti dal primo Decreto Sostegni, ad eccezione del reddito familiare che dovrà essere valutato per il mese di aprile.

Nell’articolo 36 del decreto Sostegni bis non viene però confermata l'estensione del sussidio agli ex titolari di NASpI e di DIS-COLL.


 BONUS STAGIONALI , TURISMO E SPORT


E’ previsto un bonus pari a 1600 euro per i lavoratori stagionali, del turismo, in somministrazione, a termine, intermittenti, autonomi occasionali, dello spettacolo e incaricati alle vendite a domicilio.

Per i lavoratori del settore sportivo è previsto un assegno da ricevere in un’unica soluzione per una somma che varia da un minimo di 540 ad un massimo di 1600 calcolata in base all’ammontare dei compensi percepiti nel 2019.




SI NO

Dichiaro di aver letto e compreso l’informativa privacy ed esprimo il mio consenso al trattamento dei miei dati personali, secondo i termini, le modalità ed i limiti illustrati nella stessa.

Altre news

DECRETO SOSTEGNI BIS 2021

DECRETO SOSTEGNI BIS 2021

Leave review
Il testo definitivo è stato approvato nel corso del Consiglio dei Ministri ...
APPROFONDISCI
730/2021: Deduzioni, detrazioni e obbligo di tracciabilità

730/2021: Deduzioni, detrazioni e obbligo di tracciabilità

Leave review
Dal 10 maggio 2021 sarà disponile sul sito dell’agenzia delle entrate la di...
APPROFONDISCI
730/2021: Deduzioni, detrazioni e obbligo di tracciabilità

DECRETO SOSTEGNI BIS 2021

Leave review
Il testo definitivo è stato approvato nel corso del Consiglio dei Ministri ...
APPROFONDISCI
LOTTERIA DEGLI SCONTRINI 2021

LOTTERIA DEGLI SCONTRINI 2021

Leave review
La lotteria degli scontrini rientra nell’ambito delle misure necessarie per...
APPROFONDISCI
ISCRO 2021- LA CASSA INTEGRAZIONE PER GLI AUTONOMI

ISCRO 2021- LA CASSA INTEGRAZIONE PER GLI AUTONOMI

Leave review
L’Indennità straordinaria di continuità reddituale ed operativa (ISCRO) che...
APPROFONDISCI
DICHIARAZIONE IVA 2021

DICHIARAZIONE IVA 2021

Leave review
Con il provvedimento del 15 gennaio 2021 l’agenzia delle entrate rende disp...
APPROFONDISCI
ISEE 2021

ISEE 2021

Leave review
Dal primo gennaio 2021 è possibile richiedere il modello Isee. L’indicatore...
APPROFONDISCI
ESONERO CONTRIBUTI 2021 PARTITE IVA

ESONERO CONTRIBUTI 2021 PARTITE IVA

Leave review
Una delle novità inserite nella legge di bilancio 2021 riguarda l’esonero d...
APPROFONDISCI
MODELLO 730 INTEGRATIVO 2020

MODELLO 730 INTEGRATIVO 2020

Leave review
Il termine per trasmettere il modello 730 2020 era fissato al 30 settembre ...
APPROFONDISCI
SCADENZA IMPOSTE DICHIARAZIONE DEI REDDITI 2020

SCADENZA IMPOSTE DICHIARAZIONE DEI REDDITI 2020

Leave review
E’ fissata al 20 agosto 2020 la scadenza per le imposte della dichiarazione...
APPROFONDISCI